La cicogna della nuova Fiat 500L arriva in Spagna, Francia e Germania con la creatività di Leo Burnett

Dopo aver conquistato i telespettatori già in molti paesi europei, va in onda in questi giorni sulle reti TV spagnole, francesi e tedesche il divertente spot “The Stork” dedicato alla “family car” di casa Fiat e realizzato dall’agenzia creativa Leo Burnett che firma l’intera campagna di comunicazione multi-soggetto diffusa in tutt’Europa, con una pianificazione specifica per ogni mercato e sviluppata intorno al concept “Let’s make room for the next generation”.

Il successo riscosso tra il pubblico dimostra come lo spot abbia fatto breccia nei cuori di tutti gli europei e in particolare delle giovani famiglie che considerano la nuova 500L la loro vettura ideale per affrontare le novità della vita, come l’arrivo di un neonato. Ed è proprio questo lieto evento il soggetto dello spot con protagonista la classica cicogna che “porta” i neonati nelle case di tutto il mondo. Ma questa volta qualcosa non va secondo tradizione: appena posato davanti alla sua nuova abitazione, il piccolo inizia a piangere. La cicogna si guarda intorno e scorge una nuova 500L posteggiata nella casa di fronte. Così decide di riprendere il volo spostando il neonato, ora felice e sorridente, vicino alla nuova “Baby Limousine”. Con tocco gradevolmente leggero e giocoso, nel pieno spirito Fiat 500, lo spot mette in risalto la libertà di scegliere una family car diversa dalle altre, perché la libertà è da sempre uno dei valori chiave tanto di Fiat quanto di 500.
Oltre agli spettatori televisivi, l’ironico video ha conquistato il popolo del web come dimostrano quasi due milioni di view sul canale YouTube (clicca qui).

Il team che ha realizzato “The Stork” è composto dagli Executive Creative Director, Francesco Bozza e Alessandro Antonini, dal Group Creative Director Davide Boscacci, dal Creative Director Valerio Le Moli e dal team creativo composto da Giulio Frittaion e Giorgio Fresi. Alla regia Xavier Mairesse che si è avvalso della casa di produzione Mercurio Cinematografica.

Loggati con le tue credenziali

Hai dimenticato i tuoi dati?